sábado, 16 de janeiro de 2021

COVID 19 - DISPOSIZIONI DELLE AUTORITÀ PORTOGHESI - STATO DI EMERGENZA DAL 15/01/2021

Dal 15 gennaio alle 23:59 del 30 gennaio 2021 e’ in vigore lo stato di emergenza (con previsione di ulteriore proroga).

Vige il divieto di circolazione e l’isolamento presso il proprio domicilio, con specifiche eccezioni, tra cui:

  • l’acquisto di beni e servizi essenziali;
  • lo svolgimento di professioni che non consentano il ricorso al lavoro da remoto;
  • l’esercizio di voto per le consultazioni elettorali del 24 gennaio 2021;
  • l’adempimento delle responsabilità parentali;
  • l’assistenza a persone vulnerabili;
  • la fruizione di momenti all’aperto o per portare a spasso gli animali domestici mediante spostamenti di breve durata e in prossimità del domicilio;
  • gli spostamenti da e per il proprio alloggio in caso di viaggi aerei all’estero, o per l’entrata e uscita dal territorio continentale.

Sono chiusi tutti gli impianti e stabilimenti per attivita’ culturale e sportiva, incluse le palestre. Sono sospese le attività di commercio al dettaglio e prestazione di servizi in stabilimenti aperti al pubblico, ad eccezione degli stabilimenti autorizzati dal Decreto della Presidenza del Consiglio N.º 3 A/2021 - Allegato II. Fiere e mercati sono consentiti esclusivamente per la vendita di prodotti alimentari. Restano aperti supermercati e negozi di prossimità, con 

sexta-feira, 8 de janeiro de 2021

COVID 19 - DISPOSIZIONI DELLE AUTORITÀ PORTOGHESI 7/12/2020

È in vigore lo stato di emergenza fino alle 23:59 del 15 gennaio 2021.

Nel fine settimana 8-10 gennaio sono vietati gli spostamenti tra Comuni ed è proibita la circolazione dopo le ore 13 nelle giornate di sabato e domenica.

Per conoscere nel dettaglio tutte le misure in vigore in ciascun Comune si suggerisce di consultare la seguente pagina:
 

Vige pertanto il dovere generale di confinamento domiciliare nei comuni a rischio elevato, molto elevato ed estremo, ad eccezione di alcune situazioni tra cui acquisto di beni e servizi essenziali, svolgimento delle attività professionali, motivi di salute, assistenza a persone vulnerabili, frequenza degli istituti scolastici e degli stabilimenti culturali, spostamenti necessari all’uscita dal territorio nazionale continentale.

terça-feira, 5 de janeiro de 2021

DANTE ALIGHIERI - Corsi di lingua On Line IT e PT Gennaio 2021


L'Associazione Dante Alighieri di Porto popone corsi di lingua Italiana e Portoghese  - On line con inizio gennaio 2021.Per maggiori informazioni consultare la Dante Alighieri





sábado, 5 de dezembro de 2020

Modalitá di Rientro in Italia - DPCM 3 DICEMBRE 2020

 DPCM 3 DICEMBRE 2020

Il 3 dicembre, è stato approvato un nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM), che contiene disposizioni per il territorio nazionale e per gli spostamenti da/per l’estero, in vigore dal 4 dicembre al 15 gennaio 2021.

Sul territorio nazionale, dal 3 novembre scorso sono in vigore misure differenziate da Regione a Regione, articolate in base a tre fasce di rischio (gialla, arancione, rossa). L’appartenenza di una Regione a una o all’altra fascia è soggetta a revisione periodica. Le misure previste, in linea generale, per ciascuna fascia di rischio, sono contenute in un'infografica messa a disposizione sul portale www.Governo.it .

Possono essere disposte ulteriori limitazioni per specifiche aree del territorio nazionale o specifiche limitazioni in relazione alla provenienza da specifici Stati e territori esteri. Singole Regioni potrebbero imporre a chi proviene da alcuni Stati o territori esteri il rispetto di particolari obblighi. Prima di partire per rientrare in Italia, si raccomanda pertanto di verificare eventuali disposizioni aggiuntive da parte delle Regioni di destinazione, contattandole direttamente o visitandone i rispettivi siti web.

sexta-feira, 13 de novembro de 2020

COVID19 - coprifuoco 23:00/5:00 giorni feriali e 13:00/5:00 nei fine-settimana del 14/15 e 21/22 Novembre

Dando esecuzione a quanto decretato nella dichiarazione dello stato di emergenza, dal 9 al 23 novembre (con possibilità di proroga) nei 191 comuni considerati ad elevato rischio di contagio è in vigore il coprifuoco tra le ore 23 e le ore 5:00 nei giorni feriali e a partire dalle ore 13.00 nei fine-settimana del 14/15 novembre e del 21/22 novembre.

È consentita la circolazione esclusivamente per motivi di forza maggiore o necessità inderogabili, purché non rinviabili e opportunamente giustificate, e per rientrare al proprio domicilio dopo uno spostamento soggetto ad eccezione.

Si può uscire anche per motivi di salute, in particolare per l’acquisto di prodotti in farmacia o per sottoporsi a cure mediche o per trasportare persone a loro volta bisognose di medicamenti o medicinali. Prevista anche la possibilità di recarsi in negozi di generi alimentari e supermercati, e altri stabilimenti dediti alla vendita di prodotti alimentari e di igiene per persone e animali, o per portare a spasso o dal veterinario animali da compagnia.

Consentiti anche il rifornimento di combustibile e le passeggiate a piedi di breve durata, per fruire di momenti all’aperto, anche in compagnia di membri dello stesso nucleo familiare, purché conviventi. Si può inoltre circolare per dare assistenza a vittime di violenza domestica o di traffico di persone o nei confronti di bambini e adolescenti a rischio, oltre che a persone vulnerabili (portatori di handicap, figli, genitori anziani o non autosufficienti), nonché per altre non ragioni familiari, quali ad esempio l’adempimento della responsabilità genitoriale.

quinta-feira, 5 de novembro de 2020

Dichiarazione dello stato di emergenza in Portogallo (Novembre 2020)

Dando esecuzione a quanto decretato nella dichiarazione dello stato di emergenza, dal 9 al 23 novembre (con possibilità di proroga) nei 121 comuni considerati ad elevato rischio di contagio è in vigore il coprifuoco tra le ore 23 e le ore 5:00 nei giorni feriali e a partire dalle ore 13.00 nei fine-settimana del 14/15 novembre e del 21/22 novembre.

È consentita la circolazione esclusivamente per motivi di forza maggiore o necessità inderogabili, purché non rinviabili e opportunamente giustificate, e per rientrare al proprio domicilio dopo uno spostamento soggetto ad eccezione.

Si può uscire anche per motivi di salute, in particolare per l’acquisto di prodotti in farmacia o per sottoporsi a cure mediche o per trasportare persone a loro volta bisognose di medicamenti o medicinali. Prevista anche la possibilità di recarsi in negozi di generi alimentari e supermercati, e altri stabilimenti dediti alla vendita di prodotti alimentari e di igiene per persone e animali, o per portare a spasso o dal veterinario animali da compagnia.

Consentiti anche il rifornimento di combustibile e le passeggiate a piedi di breve durata, per fruire di momenti all’aperto, anche in compagnia di membri dello stesso nucleo familiare, purché conviventi. Si può inoltre circolare per dare assistenza a vittime di violenza domestica o di traffico di persone o nei confronti di bambini e adolescenti a rischio, oltre che a persone vulnerabili (portatori di handicap, figli, genitori anziani o non autosufficienti), nonché per altre non ragioni familiari, quali ad esempio l’adempimento della responsabilità genitoriale.

terça-feira, 27 de outubro de 2020

DISPOSIZIONI DELLE AUTORITÀ PORTOGHESI

Dal 30 ottobre al 3 novembre in tutto il Portogallo continentale saranno proibiti gli spostamenti tra comuni.

Il 23 ottobre il Parlamento portoghese ha approvato inoltre l’obbligatorietà dell’uso di mascherina in strada.

Dalla mezzanotte del 23 ottobre sono inoltre in vigore nuove misure speciali di contenimento nei comuni di FelgueirasLousada e Paços de Ferreira (situati al nord del Paese, nelle adiacenze di Oporto).

In particolare:

  • dovere di permanere nel domicilio e astenersi dal circolare in strade e spazi pubblici, tranne per un insieme di casi autorizzati, tra cui l’acquisto di beni e servizi, lo svolgimento dell’attività professionale, ragioni di salute, assistenza a persone vulnerabili, frequenza scolastica, fruizione di momenti all’aperto, accesso a eventi e luoghi destinati alle attività culturali, pratica di attività fisica all’aperto e per portare a spasso gli animali domestici;
  • i veicoli privati potranno circolare esclusivamente per attività autorizzate (vedi sopra) o per il rifornimento di combustibile;
  • in tutti gli spostamenti dovranno essere rispettate le norme indicate dalle autorità sanitarie e dalle forze dell’ordine, in particolare quelle relative al distanziamento;
  • tutti gli stabilimenti destinati al commercio al dettaglio e alla vendita di servizi, così come quelli inseriti in centri commerciali, chiudono alle ore 22:00h - eccetto farmacie e punti vendita di farmaci non soggetti a prescrizione, studi medici e cliniche e centri veterinari con servizio di pronto soccorso, agenzie funebri, rent-a-car e rent-a-cargo (che possono, ove il loro orario di funzionamento lo consenta, chiudere all’ 1:00 e riaprire alle 6:00 h), le aree di servizio e i punti di rifornimento di combustibile;
  • proibizione di eventi e celebrazioni che implichino un numero superiore a 5 persone, salvo quando appartengano allo stesso nucleo familiare;
  • proibizione di realizzare fiere e mercati;
  • obbligo di adottare il regime di smart-working, a prescindere dal tipo di vincolo lavorativo, in tutti i casi in cui la funzione lo consenta;
  • sospensione delle visite a utenti delle strutture per anziani, unità di terapia intensiva e altri servizi per anziani.